giovedì 28 febbraio 2008

Nuvole


Questa tavola è fatta sempre con i pantoni di cui mi sono comprato qualche colore in più.
Per gli interessati, sto portando avanti anche la storia a china dell' Autoritratto, ma ci vorrà ancora un bel pò prima di vederla completata.

8 commenti:

daniele marotta ha detto...

Questo spacca davvero.
Grande.

Gipi ha detto...

La riga di testo finale è geniale. Del disegno non ti dico nulla, tanto lo sai che sono fan.
Comunque i Pantone si chiamano Pantone anche quando ne hai due :)
Un abbraccione da Roma , Michi.

Michele ha detto...

grazie :)

ta-bacco ha detto...

bravo pittò..

Luc ha detto...

beh, direi che dirti bravo è poco. sei bravissimo. i toni son splendidi, e pure sui verdi che in genere son tosti assai specie coi pennarelli chequai sempre se la virano sugli smeraldi e sui piselli, vedo che li tieni molto sotto controllo. Rigurado i pantone, usi proprio il pennarello, oppure il pennello (tipo brushpen) con il serbatoio da riempire col colore liquido ? e la carta ? quella speciale letraset proprio per loro ? o altra carta ?

Michele ha detto...

grazie ragazzi, no, i pennarelli sono di quelli standard a tre punte e la carta è quella da acquarello; mi piace perchè impasta un pò i colore.
Che tipo di carta è la letraset? mi piacerebbe provarla...

Axel ha detto...

questo devo dire che mi piace, bravo Penco!

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)